User Profile

Clod Locked account

Clod83@bookwyrm.social

Joined 1 week, 3 days ago

italian and english reader

This link opens in a pop-up window

User Activity

Edizione italiana - interessante ma fuorviante

2 stars

L'autore ha il pregio di mettere in discussione la vulgata del cambiamento climatico a tutti i costi, scorgendone le contraddizioni. Odiamo la plastica? Ebbene non dimentichiamo che ha sostituito l'avorio (ricavato dall'eccidio degli elefanti) e che è una delle innovazioni tecnologiche che più ha consentito di elevare gli standard di vita delle persone a modestissimo costo; non dimentichiamo nemmeno che produrre una bottiglia di vetro ha un costo energetico almeno 5 volte maggiore di una bottiglia di plastica, con conseguenti maggiori emissioni di Co2. L'autore svela abilmente che i mantra ambientalisti sono spesso semplificatori o non realizzabili. Shellenberger, però, al pari di Gates, non mette in discussione minimamente il motore capitalista-tecnologico, ritendolo la fonte delle soluzioni per il futuro. In sintesi, l'umanità troverà da sola la sua strada evitando ogni catastrofe climatica. Sebbene il processo argomentativo sia spesso interessante e arguto, ragion per cui il libro merita la lettura, le …

How to Avoid a Climate Disaster (2021, Knopf Doubleday Publishing Group) 4 stars

Edizione italiana - deludente/irritante

2 stars

La tecnica narrativa forzatamente semplice dell'autore sembra sottendere il pensiero che i lettori siano dei minus habens e come tali debbano essere trattati. Vengono comunque descritte alcune soluzioni tecnologiche interessanti, spiegandone il funzionamento. Il libro è un manifesto tecno-sviluppista, che reclamizza la possibilità di superare i problemi energetici unicamente tramite soluzioni tecnologiche. Secondo Gates, insomma, non vale nemmeno la pena di chiedersi se abbiamo sbagliato qualcosa o no!

Edizione italiana

3 stars

L'autore tenta nell'ardua impresa di sintetizzare problematiche e le sfide della società contemporanea, descrivendo gli intrecci tra l'evoluzione tecnologica, l'economia, la politica ed i fenomeni sociali. L'autore esprime una propria visione del mondo, interessante per chiunque voglia cercare di capire i macro-trend nei quali inconsapevolmente galleggiamo. Il libro sembra però carente di spessore filosofico quando l'autore individua alcune delle più gravi criticità del capitalismo tecnologico e finanziario senza tuttavia individuare le cause di sistema e lasciando il problema aperto: l'autore auspica infatti che nella fase storica che stiamo vivendo si negozierà un nuovo contratto sociale, senza tuttavia tratteggiarne i lineamenti.